Turismo

LocalitA� vicine: Zafferana Etnea


Santa Venerina2,9 km
Il comune di Santa Venerina A? situato nella regione Sicilia, in provincia di Catania e conta circa 7.900 abitanti. Le origini del comune di Santa Venerina risalgono al periodo della dominazione bizantina e romana, anche se successivamente fu inglobato nel territorio di Acireale (fino al 1934).
Il nome del borgo deriva dalla patrona, santa Venera, che viene festeggiata ogni anno la prima domenica di agosto.Distanza: 2,9
CittA�: Santa Venerina

Milo3,5 km
Questo comune A? situato in Sicilia e fa parte della provincia di Catania.Le origini sono collegate a Giovanni d’ Aragona, duca di Randazzo, che la fondA? nel ‘300. Il nome, Milo, viene dal greco-bizantino Milos che significa scuro, il colore della lava. Conta circa 1130 abitanti. Il cap A? 95010 e il prefisso telefonico 095. Zafferana Etnea,Sant’Alfio sono altri comuni interessanti nella stessa provincia. A pochi km si trova il comune di Catania.

Distanza: 3,5
CittA�: Milo


Sant’Alfio6,6 km
Centro in provincia di Catania, il comune di Santa��Alfio A? situato 550 metri sopra il livello del mare, sulle pendici orientali della��Etna e conta circa 1.700 abitanti. La cittadina A? nota per la bellezza del paesaggio circostante. La colonizzazione di Sant’Alfio avvenne nel ‘600 ad opera di proprietari acesi e catanesi, che ottennero dal vescovo di Catania , la concessione di alcuni appezzamenti di terreno nei pressi dell’Etna, e iniziarono a edificare i primi casali con annessi poderi agricoli.
Il paese si sviluppA? grazie all’ attivitA� vinicola, che ancora oggi A? un’ importante fonte di reddito per il paese.
La prima domenica di maggio viene festeggiato il santo patrono, Sant’Alfio assieme ai fratelli martiri San Filadelfio e San Cirino.Distanza: 6,6
CittA�: Sant’Alfio

Giarre7,8 km
Centro agricolo e industriale in provincia di Catania, sorge a 81 mt. di altezza ai piedi dell’ Etna, e conta circa 26.400 abitanti. Fu eretta dagli arabi nel sec. VIII sulle rovine dell’antica “Kallipoli”, e in seguito distrutta dalla lava dell’Etna, prende il nome dai recipienti (le giare) tipici della zona.
Il popolamento di Giarre avvenne intorno al 1558, quando le terre vennero concesse in cambio di censi molto bassi.
Il 10 maggio viene festeggiato il santo patrono, Sant’Isidoro.Distanza: 7,8
CittA�: Giarre